Chiudi

BISACCIONI MAIOLINO

Delle historie memorabili de nostri tempi, che contengono le guerre di Germania

Dalla mossa del Rè di Svetia doppò la Pace di Lubecca fino all'altra di Munster l'Anno 1650 ... Libro in ordine la quarta parte delle Historie di Alessandro Zilioli


Venetia, Turrini, 1653
In 4°, piena pergamena coeva con titolo e fregio calligrafico al dorso. Pp.8 n.n. + 549 + 19 n.n., bella marca tipografica al frontespizio (torre con motto: Deus Fortitudo et Turis MBA) entro cartiglio)
Qualche giallitura mai grave, precedente proprietà privata, ottimo esemplare

€ 400.00

Maiolino Bisaccioni, ferrarese, fu giurista, storico e letterato ma anche mercenario, miliziano. ed inoltre antagonista del Tassono con dispute sulla "Secchia" e sul Tassoni stesso ("... - si dice - discendente dai signori Tassoni di Ferrara, ma che in realtà era di "progenie d'avi e bisavi bastardi e disonorati"). Questa opera sulla guerre della Germania "... Era un genere storiografico, questo, di particolare momento e fortuna editoriale, ed il B., pur indulgendo talora al romanzo, alla deformazione avventurosa, al gusto popolare, rivelò una consumata abilità di narratore e una conoscenza (pur nell'esteriorità del quadro d'insieme) larga, attenta, puntuale e, talora, anche di prima mano su avvenimenti e su personaggi della sua epoca. Poté così proseguire quella ponderosa opera di Alessandro Zilioli, una specie di storia universale nota sotto il titolo di Storie dei suoi tempi, pubblicata a Venezia tra il 1652 e il 1653 ..." (Treccani)

Chiudi