Chiudi

TONNIOLI PIER LEOPOLDO DELLA FARMACIA MONDINI E MARCHI

Medicamenti nuovi

Bologna, Stabilimento Tipografico Zamorani e Albertazzi, 1892
In 8°, brossura, pp. 96 + 22 n.n. stampate su carta distinta rosa con pubblicità di ditte quasi tutte bolognesi

€ 150.00

La Farmacia Mondini e Marchi promosse alcune pubblicazioni ed era situata in Piazza San Paolo a fianco della omonima chiesa. Questa piazza oggi ha cambiato denominazione e corrisponde al primo tratto dell'odierna via Collegio di Spagna; più anticamente, negli ultimi anni del 1700 o ai primi del 1800, la denominazione toponomastica era di via Barberia 390 e proprio in quei locali era posizionata, fin dal XIV secolo, la Spezieria della Pigna. Vincenzo Mondini (Bologna 1783 - 1861) acquisì la farmacia (e l'abitazione sovrastante sempre nel Palazzo Marescotti, oggi Via Barberia 4)) probabilmente nei primi decenni dell'800 dando grande impulso ai preparati specifici ed arrivando ad un alto sviluppo commerciale, tanto che per decenni, anche dopo la morte di Vincenzo, la Farmacia rimase conosciuta con il nome appunto di Mondini e Marchi. Vincenzo Mondini morì dietro il banco di lavoro per un colpo apoplettico (5 luglio 1861) nello stesso anno in cui la farmacia partecipò all'Esposizione Nazionale di Firenze con un preparato di Acacia Chatecù; anche nel 1873 parteciperà ad un'altra Esposizione, quella di Vienna, portando un prodotto denominato Terra Cattù aromatica, probabilmente una rielaborazione del prodotto precedente ed una delle produzioni delle spezierie bolognesi. (Le notizie biografiche di V.M. sono in parte riprese dallo studio di Maria Chiara Liguori). Oggi una targa all'esterno della splendida e fortunatamente immutata farmacia di San Paolo (Via Collegio di Spagna 1) ricorda l'antica denominazione

Chiudi